Serie C/C, giudice sportivo: tre squalificati, multa per 3 club

Serie C
Serie C

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 17 Ottobre 2018 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

SOCIETA' AMMENDA

€ 2.000,00 CATANZARO per indebita presenza negli spogliatoi al termine della gara di persone non identificate ma riconducibili alla società che rivolgevano all'arbitro frasi offensive (r.proc.fed.,r.c.c.).

€ 500,00 CATANIA per comportamento antisportivo in quanto, con la propria squadra in vantaggio, venivano rallentate le operazioni di restituzione dei palloni da parte dei raccattapalle allo scopo di ritardare la ripresa del gioco (r.proc.fed.,r.c.c.).

€ 500,00 JUVE STABIA perché propri sostenitori in campo avverso danneggiavano servizi del settore dello stadio a loro riservato (r.c.c.,obbligo risarcimento danni se richiesto).

ALLENATORI

SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE E AMMENDA

€ 500.00 BRUNO ANTONIO (BISCEGLIE) per comportamento reiteratamente offensivo verso l'assistente arbitrale durante la gara (espulso, r.A.A, panchina aggiuntiva).

MARINACCI VINCENZO (MATERA) perché durante la gara entrava sul terreno di gioco in occasione di una rissa tra calciatori assumendo un comportamento violento e provocatorio verso calciatori della squadra avversaria (espulso, r.A.A. , panchina aggiuntiva).

A CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE

VASSALLO ANDREA (CATANIA) per condotta non regolamentare e per condotta scorretta verso un avversario.

RIGGIO CRISTIAN (CATANZARO) per condotta non regolamentare e per condotta scorretta verso un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA E AMMENDA € 500.00

CIOTTI PIETRO (VIBONESE) perché , al termine della gara, rientrando negli spogliatoi, frantumava con un pugno il vetro di una finestra generando tensione fra vari tesserati delle due squadre (r.A.A., obbligo risarcimento danni se richiesto).

La Redazione

Leggi altre notizie:BISCEGLIE