Calciomercato LIVE

Trapani calcio: spunta il nome di Rinaldo Sagramola

Rinaldo Sagramola
Rinaldo Sagramola

Il nome per l’acquisto del Trapani calcio porta la firma di Rinaldo Sagramola. Dopo l’addio ufficiale del patron Vittorio Morace, pare che siano a buon punto le trattative con il gruppo guidato dal dirigente sessantaquattrenne (il 20 giugno) romano, il cui nome si lega fortemente a quello della Lodigiani, portata dalla Promozione ai playoff per la Serie B, mancata per un soffio nel '93/94, e alla vittoria di numerosi titoli nazionali giovanili.

Alla Lodigiani, Sagramola è rimasto per  oltre 25 anni tra successi e gratificazioni, capaci di segnarlo tanto sul piano professionale quanto su quello umano. Da direttore generale e vicepresidente della Lodigiani, ha coniugato spesso il risultato sportivo a quello economico, coltivando  e lanciando gente come  Totti, Toni, Apolloni, Bellucci, Di Michele. Il buon Rinaldo vorrebbe ritentare l’impresa a Trapani, ambiente ritenuto ideale per un rilancio di tal genere.

Sagramola è stato anche al Vicenza nel 1999 ottenendo sùbito la promozione in serie A. Poi il Palermo alla corte di  Maurizio Zamparini, fresco di promozione nel massimo campionato. Lontano dall'isola per motivi di lavoro, il presidente lo nomina amministratore delegato. In otto stagioni, Sagramola si occupa della ridistribuzione dei diritti televisivi e della costruzione di un nuovo stadio, mostrando grandi competenze manageriali. Le stesse che serviranno nel disegno di Edoardo Garrone per la sua nuova Sampdoria, quella che ha in mente già da qualche tempo.

In Liguria Rinaldo Sagramola approda nel marzo del 2012 e viene nominato, dopo qualche mese, direttore generale e amministratore delegato della società blucerchiata appena promossa in massima serie. Due anni dopo, le parti si lasciano. Infine nel febbraio del 2015 il passaggio al Brescia dove ottiene la nomina di amministratore delegato e direttore generale. Nel giugno dello stesso anno fà conoscenza con Roberto Boscaglia, nominato allenatore delle rondinelle, con cui instaura un ottimo rapporto.

Nel novembre del 2017, Sagramola lascia l'incarico dopo l'acquisto della società da parte di Massimo Cellino. Il dirigente romano appare sempre più lontano da un ruolo all’interno della società. I motivi dell’addio sarebbero da ritrovare nella volontà del nuovo patron di istituire una società a sua immagine e somiglianza.

Sagramola e Boscaglia escono di pari passo dalla società. Il duo potrebbe ricostituirsi al Trapani con il clamoroso ritorno del tecnico che nel maggio del 2013 portò i colori granata in serie B.

 

Antonio Ingrassia